Ricette di anolini al formaggio

Anolini in brodo

Anolini in brodo

Trasferite in una terrina e aggiungete la carne, l’uovo e parte del Parmigiano Reggiano, aggiungendo il formaggio fino a ottenere un composto sodo e dal sapore equilibrato
ANOLINI con CAROTE e PISELLI

ANOLINI con CAROTE e PISELLI

300g farina OO, 3 uova, 100g salsiccia sbriciolata , 150g ricotta, 80g grana grattuggiato, 150g carote a rondelle, 150g piselli surgelati, 150g formaggio spalmabile, olio, sale, pepe. Allestire una pasta liscia, soda e compatta, amalgamando la farina con le uova leggermente sbattute con un pizzico di sale e 1 cucchiaio d'olio. 100g salsiccia sbriciolata. 150g formaggio spalmabile
Le Paste fresche

Le Paste fresche

Caratteristica pasta ripiena di Parma (e di Piacenza, ma meno noti) da mangiare tradizionalmente in brodo, anche se esistono anche versioni eretiche realizzate facendo precedentemente bollire gli anolini nel brodo, poi servendoli asciutti, con vari condimenti
RAVIOLI  CON CREMA ALLE FAVE

RAVIOLI CON CREMA ALLE FAVE

Un paio di giorni fa ho rifatto lo stinco di maiale in umido e con il sugo avanzato ho farcito dei ravioli, un po’ alla maniera degli anolini
T come Tortelli di Zucca

T come Tortelli di Zucca

con gli anolini di Fiorenzuola e le mezzemaniche. Per me i tortelli, rappresentano il primo per antonomasia della cena della vigilia di Natale, per questo sono il mio primo preferito, li associo sempre a qualche occasione magica e importante
La Storia del Tortellino

La Storia del Tortellino

Cappelletti a Reggio Emilia, Anolini a Piacenza, Cappelletti in Romagna, Cappellaccia Ferrara. Monumento al tortellino- Castelfranco Emilia
ANOLINI IN BRODO

ANOLINI IN BRODO

Il giorno prima fare il ripieno scottando il pane (non condito,  noi usiamo le miserie) con il brodo, condire con gli aromi e il sale, quando è freddo unire le uova uno alla volta e poi il formaggio popco alla volta
gli anolini parmigiani e chissà se sarà Natale

gli anolini parmigiani e chissà se sarà Natale

il parmigiano deve essere stagionato per dare più sapore, la carne va dal solo manzo, al manzo con aggiunta di vitello e maiale, al cavallo o all'asinina, qualsiasi carne si usi la cosa basilare è che cuocia molto a lungo in modo che rilasci tutti i suoi succhi e sapori al sugo che insieme al formaggio sarà l'artefice della bontà degli anolini
Cappone con anolini e salsa al prosciutto

Cappone con anolini e salsa al prosciutto

contemporaneamente, mentre la salsa inizia a saporirsi, bisogna tagliare a fette fini il prosciutto crudo ed il formaggio, e passare il tutto a setaccio, in maniera tale che la salsa diventi un qualcosa di unico e omogeneo, lasciando poi la salsa a riposare per qualche minuto
PASTA FRESCA CON MILLE NOMI MA SEMPRE MADE IN ITALY

PASTA FRESCA CON MILLE NOMI MA SEMPRE MADE IN ITALY

 In Emilia sono famosi i tortellini, contenenti prosciutto crudo, gli anolini nel piacentino. La pasta ripiena è un tipo di pasta costituita da una sfoglia, all'uovo o meno, contenente ripieno a base di carne, pesce, verdura o formaggio
Tortellini..anzi tortellacci panna e limone

Tortellini..anzi tortellacci panna e limone

Il ripieno e la sfoglia sono uguali a quelli degli anolini, quindi la ricetta la trovate qui. Dopo gli anolini, parliamo di tortellini, anzi visto le dimensioni e la non proprio bella presenza, direi tortellacci
Casciatielle alla molisana per la Cucina Regionale!

Casciatielle alla molisana per la Cucina Regionale!

Gli Anolini …. in un'insalatiera battete le uova con il formaggio, evitando di far formare grumi, aggiungere un pizzico di sale ( non eccedete i formaggi sono già saporiti), una spolverata di pepe,il prezzemolo tritato ed amalgamate bene
PASTA FRESCA CON MILLE NOMI MA SEMPRE MADE IN ITALY

PASTA FRESCA CON MILLE NOMI MA SEMPRE MADE IN ITALY

 In Emilia sono famosi i tortellini, contenenti prosciutto crudo, gli anolini nel piacentino. La pasta ripiena è un tipo di pasta costituita da una sfoglia, all'uovo o meno, contenente ripieno a base di carne, pesce, verdura o formaggio

Anolini piacentini

Tritare lo stracotto ottenuto con la mezzaluna, il sugo rimasto nel tegame servirà per scottare il pangrattato che verrà poi unito allo stracotto tritato, alle uova, al formaggio ed alla noce moscata